Fototipo

Prepariamoci al sole estivo: FOTOTIPO

Il fototipo di un individuo gioca un ruolo fondamentale nel processo di abbronzatura. In base al fototipo, infatti, è possibile determinare a quali reazioni la pelle può andare incontro in caso di esposizione solare. Non a caso, la capacità di abbronzarsi di ciascun individuo dipende fortemente dal fototipo di appartenenza.

Cos'è il Fototipo?

Come accennato, grazie al fototipo è possibile determinare come la pelle di un individuo reagisce all’esposizione ai raggi UV, così come si può prevedere che tipo di abbronzatura è possibile ottenere. La dermatologia suddivide i fototipi in sei classi distinte, comprendendo anche le popolazioni avanti carnagione molto scura e nera. Una necessità comune a tutti è la necessità di avere una pelle equilibrata, cioè detersa, tonica, ben ossigenata e idratata in profondità.

Fototipo I

Gli individui aventi fototipo I possiedono una carnagione lattea estremamente fotosensibile, si scottano facilmente e non si abbronzano mai. Generalmente, questi individui possiedono anche capelli e occhi chiari. Quando si espongono al sole, i fototipi I devono proteggersi con filtri solari ad indice di protezione molto alto (SPF 50+).

Fototipo II

Gli individui con fototipo II presentano una minor fotosensibilità rispetto agli individui con fototipo I. La carnagione è molto chiara e anche capelli e occhi solitamente sono chiari (capelli biondi e occhi azzurri o verdi).
Ad ogni modo, il fototipo II, anche se di norma si ustiona, assume gradualmente una leggera pigmentazione; dovrebbe esporsi al sole gradualmente evitando inizialmente le ore più calde e utilizzando schermi a protezione molto alta o totale (SPF 50 o 50+, nel caso in cui la pelle sia già abbronzata anche 30).

Fototipo III

Le persone con fototipo III possiedono una carnagione abbastanza chiara, ma comunque più scura rispetto ai fototipi I e II, i capelli sono di colore biondo scuro o castano, mentre gli occhi sono azzurri o verdi scuri.
Il fototipo III si scotta moderatamente, si abbronza con gradualità assumendo un colorito nocciola chiaro. Anche nei mesi invernali la pelle rimane bruna; la fotosensibilità è bassa ma può ustionarsi e per questo deve comunque utilizzare filtri solari a media protezione (SPF 30 o 20, se la pelle è già abbronzata anche 15).

 

Fototipo IV

Gli individui con fototipo IV possiedono una carnagione lievemente scura od olivastra, i capelli sono generalmente castani o castano scuro, gli occhi possono essere di colore marrone scuro o marrone chiaro.
Il fototipo IV è il più fortunato tra i quattro fototipi presenti normalmente nelle popolazioni di pelle bianca, proprio perché ha una pelle con pigmentazione particolarmente scura che difficilmente si ustiona, può garantirsi un’adeguata protezione anche utilizzando prodotti con potere schermante medio basso (SPF 20,15 o 10 se la pelle è già abbronzata).

Fototipo V

Le persone con fototipo V possiedono una carnagione molto scura, capelli neri e, generalmente, occhi marroni. Si possono ustionare solo in rari casi e ottengono un’abbronzatura molto intensa proteggendosi dai raggi UV con filtri solari a basso indice di protezione (SPF 10 o 6 in caso di pelle già abbronzata).

Fototipo VI

Gli individui con fototipo VI possiedono una carnagione estremamente scura o nera, occhi marroni scuri e capelli neri. La fotosensibilità di questi individui è pressoché nulla, non si scottano, ma in caso di eccessiva e incontrollata esposizione solare possono comunque sviluppare tumori cutanei. Per tale ragione, anche i fototipi VI dovrebbero proteggersi con filtri solari. In questi casi, tuttavia, può essere sufficiente un fattore di protezione basso (SPF 6).

Ecco cosa ti proponiamo

Proponiti quanto prima di fare una indagine delle caratteristiche della tua pelle. La prima soluzione è quella di farti aiutare da una estetista specialista a fare una detersione profonda lenitiva (magari con prodotti cosmetici a base di Aloe) che permetta di portare la tua pelle a manifestare chiaramente le sue vere caratteristiche (lucentezza da rimozione della pelle morta, luminosità della corretta ossigenazione). Importante utilizzare prodotti garantiti e comunque liberi da parabeni aggiunti oppure solfati che alterano le caratteristiche della tua pelle.

Ogni altro intervento “riparatore” e “preparatore” all’esposizione solare sarà da considerare in seguito  con creme e prodotti di nutrimento della pelle seguendo il suggerimento del professionista a cui potremmo affidarti pe questa tematica.

ELITE24H ti consiglia i prodotti più adatti ad ogni singola specificità e qualora fossi interessato ad avere maggiori informazioni clicca sul pulsante di seguito riportato e sarai contattato al più presto dal notro Team specializzato. Grazie

Lascia il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *