ritenzione idrica - bere molto

IDRATAZIONE E RITENZIONE IDRICA – bevi abbastanza?

L

a ritenzione idrica è un disturbo piuttosto diffuso che affligge tante persone, soprattutto le donne (si stima il 40% della popoalzione italiana femminile). Può essere causata da malattie cardiovascolari o renali, infiammazioni generali e reazioni allergiche ma, soprattutto, il principale responsabile della ritenzione idrica, è uno stile di vita sbagliato, sregolato e di un’alimentazione molto poco curata.

Come la si riconosce

La ritenzione idrica è semplicemente la tendenza del nostro organismo a trattenere liquidi; questi fluidi ristagnano di più in zone specifiche del nostro corpo come addome, cosce, glutei; il segno principale che la evidenzia è un anomalo rigonfiamento causato dall’accumulo dei liquidi stessi (edema). Per verificare l’effettiva presenza del disturbo esistono molti test tra i quali uno dei più veloci e semplici è la valutazione empedenziometrica.

I fattori scatenanti

Alcune abitudini poco salutari contribuiscono ad aggravare la situazione: fumo, consumo di alcolici, predisposizione per i cibi salati, abuso di farmaci e caffè e, soprattutto, il sovrappeso.

In principio era l’acqua…

Prima di tutto dobbiamo renderci conto che l’arma migliore per combattere la ritenzione idrica è prendere coscienza del problema correggendo lo stile di vita e introducendo un minimo di attività fisica.  Paradossalmente la corretta idratazione è una delle soluzioni più semplici ed efficaci per combattere la ritenzione idrica; bisogna, pertanto, sforzarsi di consumare circa un paio di litri di acqua al giorno. In generale è consigliato l’utilizzo di acque oligominerali, comunque acque arricchite di elettroliti in quanto la sola acqua non permette il trasporto dei nutrienti alle cellule, un’idratazione profonda con relativa eliminazione delle scorie, permettendo di eliminare o comunque ridurre uno stato di infiammazione cronico che mantiene ed aggrava l’accumulo di liquidi.

Una nota bene: quando si parla di cellulite non si parla appena di un inestetismo come normalmente siamo abituati a pensare: etimologicamente significa cellula infiammata.  E’ come un motore che non carbura bene in quanto è ingolfato: la singola cellula (che sia di un muscolo, di un organo interno, della cute) soffre sempre la disidratazione, sia nell’uomo che nella donna, così nella persona sportiva come in quella che non si dedica all’attività fisica regolare. Insomma è un concetto di salute da tenere presente, non appena di inestetismo.

Come si può affrontare in generale

Garantisciti di bere acqua a sufficienza ma anche bevande come succhi di frutta e infusi di erbe durante la giornata. In generale bevande ipocaloriche tonificanti e rinfrescanti, che svolgano un’attività idratante/disinfiammante ma anche tonificante.

Ecco cosa ti proponiamo

Il mercato degli integratori ci offre delle soluzioni molto utili ed interessanti. Infatti esistono delle soluzioni rappresentate da delle bevande elettrolitiche sena calorie che aiutano l’assunzione di liquidi. Il punto fondamentale è avere una soluzione con osmolarità inferiore a 270 mOsmol/kg, ordine di grandezza che indica la capacità di permeare la parete delle cellule apportando all’interno sia liquidi sia ioni e portando via le tossine effetto del metabolismo cellulare. Se a questo si unisce anche una % elevate di Vitamine, Calcio e Magnesio, ecco che si garantisce l’equilibrio elettrolitico all’interno della cellula, un effetto antiinfiammatorio (no cellulite) e quindi un contributo fortissimo agli effetti antiossidativi di cui necessita il nostro organismo.

Sul mercato un prodotto assolutamente adeguato a queste necessità di chiama HIDRATE.

ELITE24H ti consiglia i prodotti più adatti ad ogni singola specificità e qualora fossi interessato ad avere maggiori informazioni clicca sul pulsante di seguito riportato e sarai contattato al più presto dal notro Team specializzato. Grazie

Lascia il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *